News dalla Calabria

Torna alla lista

Istituto superiore di Scienze religiose Zoccali: ecco la nuova offerta formativa

29/09/2021

Istituto superiore di Scienze religiose Zoccali: ecco la nuova offerta formativa. Pronti a ripartire dopo le restrizioni legate all’emergenza coronavirus. Anche se, come tutti i corsi universitari, l’Istituto superiore di Scienze religiose di Reggio Calabria ha continuato la sua attività, facendo ricorso alle piattaforme online. Gli studenti hanno potuto seguire da casa le lezioni e sostenere gli esami di profitto, superando gli effetti negativi dovuti alla sospensione delle lezioni in presenza.

Oggi, dinnanzi a tali sfide, l’Istituto collegato alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale si è posto in una logica di servizio alla formazione dando avvio a precise scelte qualitative in dialogo con i diversi saperi, riuscendo ad estendere le forme di presenza e collaborazione culturale sul territorio. La presenza degli studenti è eterogenea. Parte di essi mira ad una formazione che permetta loro di insegnare Religione cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado.

I corsi di studio sono frequentati inoltre da laici pienamente inseriti nel mondo del lavoro, dell’associazionismo o della cultura. Tutti accumunati dal desiderio di ricerca, conoscenza e approfondimento della propria fede e della cultura religiosa. Ecco perché l’Istituto superiore di Scienze religiose può essere definito come peculiare polo umanistico che offre risposte alle nuove domande formative di natura culturale, spirituale e pastorale. È un istituto universitario a servizio della formazione teologica, filosofica e umanistica, promuove lo studio sistematico e l’approfondimento scientifico della fede cristiana e delle altre religioni, incentiva il confronto del cristianesimo con la cultura contemporanea, promuove il dialogo interculturale. Favorisce, inoltre, l’assunzione di competenze professionali nei contesti ecclesiali e nella società, prepara ai ministeri con particolare riferimento ai candidati al Diaconato, all’animazione cristiana delle comunità locali e alla preparazione ai diversi impegni di apostolato laicale, qualifica i futuri docenti di Religione cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado.

Il 25 luglio 2019 è entrato in vigore il Decreto del Presidente della Repubblica, pubblicato il 10 luglio sulla Gazzetta Ufficiale, che dà esecuzione allo scambio di Note verbali sul riconoscimento dei titoli accademici pontifici nelle discipline ecclesiastiche, seguite all’accordo tra la Repubblica Italiana e la Santa Sede del 13 febbraio scorso. L’accordo prevede una estensione delle discipline “concordatarie” riconosciute dallo Stato italiano, che prima si limitavano alla Teologia e alla Sacra Scrittura, e che ora comprenderanno anche il Diritto Canonico, la Liturgia, la Spiritualità, la Missiologia e le Scienze Religiose.

Specifica finalità dell’Istituto superiore di Scienze religiose è la promozione degli studi nel campo della teologia e delle scienze religiose per l’aggiornamento teologico e culturale, promuovendo iniziative di studio e ricerca, corsi di formazione e di aggiornamento curando pubblicazioni nei campi di propria competenza. L’offerta formativa dell'Istituto superiore di Scienze religiose "Zoccali" consta, invece, di due curricoli di studio, Laurea in Scienze religiose per la formazione teologica di base (triennio) e Laurea Magistrale in Scienze Religiose (biennio) con indirizzo pedagogico–didattico, indirizzo pastorale-ministeriale, indirizzo in Dialogo interculturale e interreligioso nell’area del Mediterraneo.

In questi percorsi di studio sono trattate le fondamentali discipline filosofiche, teologiche e delle scienze umane: Storia della filosofia; Filosofia sistematica; Sacra Scrittura; Teologia fondamentale; Teologia dogmatica; Teologia morale; Teologia spirituale; Liturgia; Patrologia; Storia della Chiesa; Diritto Canonico; Scienze pedagogiche, antropologiche, psicologiche e sociologiche; specifiche attività di ricerca (seminari monografici).

L’indirizzo pedagogico - didattico prepara gli insegnanti di Religione Cattolica, ai quali oggi le disposizioni ecclesiastiche e statali chiedono la Laurea Magistrale in Scienze Religiose per essere abilitati all’insegnamento. Intende offrire l’opportunità di una formazione completa non solo a tutti gli aspiranti insegnanti di religione cattolica nella scuola, ma anche a tutti coloro che intendono qualificarsi nell’ambito socio-educativo. Ciò risponde anche alla crescente esigenza di un più qualificato investimento per una cultura dell’educazione. Siamo oggi di fronte ad una emergenza educativa che riguarda direttamente non solo l’ambito familiare ed ecclesiale, ma anche la vita civile, istituzionale, politica e sociale.

L'indirizzo pastorale forma operatori per svolgere diversi servizi negli ambiti diocesani e parrocchiali, in particolare nei settori della pastorale, della catechesi, della carità.

Il nuovo indirizzo in Dialogo interculturale e interreligioso nell’area del Mediterraneo forma specialisti nel dialogo interculturale ed interreligioso e specialisti in politiche dell’integrazione e dell’interazione culturale.

L’Istituto organizza corsi di aggiornamento e di orientamento, seminari, conferenze, incontri e dibattiti di contenuto teologico, pastorale e di cultura religiosa per studenti, professori, insegnanti di religione, catechisti, responsabili di aggregazioni laicali e operatori pastorali. La provenienza degli studenti è variegata sia dal punto di vista geografico sia da quello culturale e professionale.

Tra le ultime iniziative intraprese: il partenariato siglato con l’Isfo (Istituto Superiore per Formatori), l’alleanza educativa stipulata con la Casa circondariale di Reggio Calabria e il progetto di gemellaggio con la Scuola ebraica Beth Hillel di Roma.



Fotogallery